Febbraio 15, 2024

Il Crowdfunding nel 2024. E’ ancora valido?

Nel 2024 il crowdfunding è ancora un metodo utile per raccogliere denaro?

Il crowdfunding ha avuto i suoi alti e bassi ma è ancora una buona strada da seguire per ottenere finanziamenti direttamente dalle persone.

Il crowdfunding sta al finanziamento come  Uber sta ai  taxi o Airbnb agli hotel: è uno strumento partecipato e come principio utilizza la saggezza e le risorse ottenute dalla folla per raccogliere denaro.

Il crowdfunding, di qualsiasi tipologia si stia parlando,  unisce molti piccoli investitori o donatori per finanziare un’ progetto personale, culturale, personale, oppure un’impresa o  una startup.

Il concetto si basa sull’impiego dello sforzo collettivo effettuato da un  gran numero di persone che inestono piccole somme di denaro e si appoggiano a piattaforme specializzate  per presentare le loro campagne e raggiungere potenziali investitori in tutto il mondo.

In termini semplici, il crowdfunding è l’equivalente moderno di andare in giro con il cappello per raccogliere i  fondi per una causa o un’idea.

Fondamentalmente, avviene quando un individuo, una startup o un’organizzazione presenta la propria idea a un ampio gruppo di potenziali investitori con la speranza di raccogliere una determinata somma  di denaro.

Fa sempre bene ricordare che ci sono quattro tipi di crowdfunding:

  1. REWARD – Crowdfunding basato su ricompense: i sostenitori danno denaro a un progetto e ricevono un oggetto tangibile o un servizio in cambio.
  • EQUITY – Crowdfunding azionario: gli investitori possono acquisire  una quota della società, generalmente sotto forma di azioni. Questo tipo di crowdfunding è regolamentato dalle autorità finanziarie per proteggere gli investitori. In Europa, questo è possibile da tempo, con Crowdcube e Seedrs in prima linea. Negli Stati Uniti, il crowdfunding azionario è più recente, con diversi siti che stanno emergendo, tra cui WeFunder, Start Engine e Republic.
  • PEER TO PEER: Crowdfunding a debito, i sostenitori prestano denaro al progetto o all’impresa con l’accordo che il denaro verrà restituito con degli interessi. Piattaforme come Lending Club e Prosper facilitano questo tipo di crowdfunding.
  • DONATION: Crowdfunding basato su donazioni: le persone fanno donazioni a cause, progetti o organizzazioni senza aspettarsi nulla in cambio. GoFundMe è probabilmente la piattaforma più conosciuta in questo caso.

Ci ricordiamo tutti come funziona?

Invece di raccogliere grandi somme di finanziamenti da investitori istituzionali come banche, Venture Capital o società di private equity, il crowdfunding richiede un gran numero di piccoli investimenti dal pubblico.

Questi potenziali investitori vengono presentati con una campagna ben strutturata che dettaglia tutto, dal concetto e dalla roadmap ai potenziali benefici per i sostenitori. A seconda del tipo di crowdfunding, una campagna potrebbe offrire ricompense ai sostenitori, equità nella società o semplicemente la soddisfazione di contribuire a una causa meritevole.

Vantaggi e svantaggi del crowdfunding per le startup.

Il crowdfunding offre un modo innovativo per le startup di raccogliere fondi, convalidare il loro mercato e costruire una comunità. Tuttavia, richiede anche uno sforzo significativo e può deviare l’attenzione dal lavoro di costruzione della startup per periodi significativi.

Vantaggi del crowdfunding:

  • Fornisce un modo per raccogliere fondi senza ricorrere a prestiti tradizionali o cedere quote  a Venture Capital e investitori ed è  utile soprattutto per le startup che potrebbero non avere accesso a fonti di finanziamento tradizionali.
  • Aiuta assolutamente a  trovare una convalida di mercato: vendere  il prodotto sotto forma di ricompensa prima di metterlo sul mercato è un utilissimo , feedback che evita errori e spreco di fondi.
  • Il crowdfunding possiede anche la funzione di essere una campagna di marketing a basso costo perché è in grado di creare  interesse  utilizzando una piattaforma che aiuta a  condividere la storia, la missione e la visione e ad  attirando potenziali clienti, investitori e attenzione mediatica con costi davvero contenuti. La commissione pagata alle piattaforma è davvero un costo ridicolo se si pensa al valore di poter utilizzare un vero e proprio e-commerce senza doversene sobbarcare i costi.
  • Attrae spesso early adopters entusiasti che possono fornire feedback preziosi, promuovere il marchio e rimanere clienti fedeli nel tempo.

Svantaggi del crowdfunding:

  • Richiede uno sforzo significativo nella creazione e gestione di una campagna di successo: realizzare i  materiali promozionali, organizzare eventi, seguire i canali social e tutti gli aggiornamenti per i sostenitori e, a campagna conclusa, la  logistica..
  • Può esporre l’idea a potenziali concorrenti oppure  ricevere feedback o critiche negative.
  • Anche se c’è di solito un rischio finanziario limitato, le campagne di crowdfunding di successo comportano obblighi di consegna nei confronti dei sostenitori, come la produzione e la consegna di prodotti.
  • Alcune piattaforme richiedono di raggiungere l’obiettivo di finanziamento per ricevere i fondi,
  • 6 consigli per gestire una campagna di crowdfunding di successo
  • Non avere un prodotto scadente.
  • Non sbagliare il piano economico
  • Essere in grado di raccontare  una grande storia.
  • Saper gestire le aspettative.
  • Essere in grado di creare un team e non avere paura a chiedere alle persone il loro supporto economico
  • Condividi l’amore. Sembra una frase stupida ma non lo è affatto. Il crowdfunding è un vero atto d’amore. Quando le persone si innamorano del progetto o dell’idea e il suo promotore riesce a trasmettere questo valore…accadono vere e proprie magie.

Per concludere,  il crowdfunding rappresenta davvero un’opportunità unica, ma richiede pianificazione attenta, gestione delle risorse e una strategia di comunicazione efficace. La sua capacità di sfruttare la forza della comunità e la sua flessibilità lo rendono uno strumento potente per tutti coloro che cercano dei finanziamento al di fuori delle metodologie tradizionali.

Dal 2013 siamo online con la piattaforma www.innamoratidellacultura.it e da allora sino ad oggi ne abbiamo viste di ogni tipo e per tutti i gusti. La piattaforma è di tipo reward ma, udite udite, la metodologia per realizzare e lanciare una campagna di crowdfunding è uguale per qualsiasi tipologia di crowdfunding. Possono cambiare il tone of voice e la modalità di comunicazione va modulata sul pubblico da raggiungere.

Ma un punto resta chiaro. Il crowdfunding non “funziona” se non si è capaci di comunicare adeguatamente il proprio progetto e se manca una campagna di comunicazione mirata a raccogliere il famoso “crowd”.

Senza il “crowd” non esiste il crowdfunding e senza il funding…non esistono molti progetti.

IAbbiamo messo a punto un servizo di mentoring tagliato su misura per ogni tipologia di progetto, Non siamo un’agenzia di comunicazione e non gestiamo l’apetto dedicato al marketing. Ma sappiamo da chi indirizzarti per farti avere successo.

Se vuoi avere informazioni contattaci alla email info@crowdteam.it

Buona lettura!

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest